Gel Water: scopri l’acqua nascosta negli alimenti

Come assimilare acqua gel o acqua strutturata, liquido che si trova all’interno delle cellule vegetali e animali che ci aiuta a rimanere idratati

MILANO – Sappiamo che mangiare frutta e verdura aiuta equivale anche a bere acqua, ma oggi proprio su questo tema si è andati più a fondo.

Stando a quanto di legge sul portale americano Shape.com, esiste un liquido che si trova si trova all’interno e intorno alle cellule vegetali e animali comprese quelle umane – definito acqua gel o ‘acqua strutturata’ – che permette un assorbimento più efficiente.

Lo studio è stato condotto dalla Dott.ssa Dana Cohen, coautrice del recente volume Quench tradotto in italiano con il titolo Bevi che ti passa (Piemme, 2018).

Caratteristiche e consigli per l’assunzione dell’acqua gel

Spiega la ricercatrice Stacy Sims, PhD e scienziata dell’alimentazione presso l’Università di Waikato in Nuova Zelanda: «Avendo un’alta osmolalità, ovvero alta concentrazione, viene assimilata meglio attraverso l’intestino tenue, nel quale avviene il 95% del suo assorbimento».

Ecco allora i suggerimenti degli esperti per assorbire un quantitativo maggiore di acqua gel necessario a una buona idratazione dell’organismo:

1) Bevi un frullato verde ogni giorno

Inizia la tua mattinata con un frullato di verdure, semi di chia, limone, bacche, cetrioli, una mela o una pera e un po’ di zenzero, soprattutto perché la chia possiede un quantitativo elevato di acqua gel ed è ricca di acidi grassi sani Omega 3 che aiutano a spostarla nelle cellule.

Anche cetrioli e pere sono ricchi di acqua gel, oltre che di fibre, per cui aiutano il corpo ad assorbire l’acqua.

2) Aggiungi un pizzico di sale

«Per aumentare l’osmolalità dell’acqua – sostiene invece la dr.ssa Sims – si può sciogliere in circa 250 ml di acqua naturale una punta di cucchiaino di sale, quel tanto che basta all’intestino tenue per favorirne l’assorbimento.

Anche il condire l’insalata e i pomodori con un pizzico di sale o mangiare una fetta d’anguria consente di assimilare un elevato contenuto di acqua e glucosio, poiché tale assorbimento viene incentivato dalla presenza del sale».

3) Fai più esercizio fisico

«Esistono delle posizioni del corpo che possono effettivamente ottimizzare i livelli di idratazione – afferma Gina Bria, responsabile della Hydration Foundation e coautrice di Quench – Poiché è presente una sottile guaina di tessuto fibroso attorno a muscoli e organi che trasporta le molecole d’acqua in tutto il nostro corpo, alcuni movimenti, quali ad esempio le torsioni, possono agevolare tale processo ai fini dell’idratazione.

Puoi ancora impiegare qualche minuto facendo stretching, ovvero allungandoti tre o quattro volte al giorno, per far scorrere l’acqua».

Inoltre, se si considera che i muscoli sono costituiti per circa il 70% di acqua, svilupparli può aiutare certamente a trattenerne in maggiore quantità e a prevenire la disidratazione.

4) Mangia la tua acqua

Gli alimenti che contengono almeno il 70% di acqua, oltre a glucosio e fibre che ne favoriscono l’assorbimento e dunque una migliore idratazione, sono mele, avocado, melone cantalupo, fragole, anguria e banane per quanto concerne la frutta; lattuga, cavolo, sedano, spinaci, carote, sottaceti, broccoli e zucca (cotti) e patate (cotte al forno) per quanto riguarda le verdure.

di Salvatore Galeone

19 settembre 2018

credits: fotolia

READ MORE