La ricchezza di ogni acqua? La sua origine

Il gusto di ogni acqua minerale è strettamente connessa alla natura geologica del suolo da cui sgorga. Il professor Umberto Solimene illustra i vari fattori che permettono ad ogni acqua di...

Le caratteristiche minerali di ogni acqua sono determinate dalla natura geologica del suolo da cui emerge

MILANO - «I minerali contenuti in un’acqua dipendono dalla natura geologica del suolo da cui sgorga».  Ad affermarlo è il professor Umberto Solimene, docente associato di terapia medica e medicina termale presso l'Università degli Studi di Milano. Il professore parla di un vero e proprio “passaporto” specifico per ogni acqua, leggibile sull’etichetta di ciascuna bottiglia e dovuto alle diverse caratteristiche di un territorio così geologicamente vario come l’Italia.

NATURA GEOLOGICA - Le caratteristiche del suolo da cui sgorga una sorgente d’acqua ne determina il tipo di sali minerali presenti. Avendo ogni acqua un’origine profonda, il professor Solimene classifica le varie aree che determinano le diverse caratteristiche minerali: ci sono acque che sgorgano nei territori alpini, in cui sono presenti rocce ricche di silicati e di bicarbonati; acque che hanno origine in aree vulcaniche, contenenti al loro interno più fluoro e silicio; ed infine acque che sgorgano in pianura, più ricche di solfati e bicarbonati. Esistono inoltre altri fattori territoriali che differenziano le acque, tra cui la velocità di emersione, la temperatura, la reazione biologica.

PASSAPORTO - Tutti questi fattori determinano quello che Solimene chiama “passaporto” specifico di ogni acqua minerale. Le diverse caratteristiche, riportate nella tabella presente sull’etichetta di ogni bottiglia, permette di rintracciare le peculiarità specifiche di ogni acqua minerale. Ciò dà  inoltre la possibilità ad ogni persona di poter scegliere il tipo di acqua più adatto ai propri gusti e bisogni.

PERCEZIONE DEL GUSTO - Il sapore di un’acqua minerale dipende anche dalla differente percezione del gusto del singolo. Il professor Solimene spiega infatti come «il palato umano percepisce il diverso sapore di un’acqua in modo variabile; abitudini alimentari, lo stato generale di salute (es. problemi di fegato, renali, respiratori, dentali), e gli aspetti psicologici determinano una diversa percezione del gusto». La differenziazione secondo Solimene è legata anche ad un fattore etnico, ovvero di cultura, di abitudine e di tipologia fisiologica che differenzia ciascun essere umano.

aggiornato il 17 gennaio 2014