Riciclo della plastica

Arriva la macchina che migliora il riciclo della plastica

In Inghilterra un’azienda ha inventato un sistema in grado di raccogliere rifiuti di plastiche miste (anche sporche) e di trasformarlo in un composto ecologico per compensati

MILANO – Molto spesso c’è un po’ di confusione su cosa si può riciclare e come si può farlo al meglio. Che siano bottiglie di plastica, coperchi, vaschette, pellicole e simili, non sono solo devono essere pulite ma occorre anche ripartirle secondo il giusto ordine. Per evitare che tutto ciò che non può essere recuperato venga avviato in discarica, in una fabbrica inglese è stata inventata la prima macchina che permette di riciclare plastiche di qualunque tipo e anche sporche.

L’invenzione

Come documentato dall’Economist, la società che ha inventato questa macchina si chiama 2K Manufacturing e ha apportato questa nuova tecnologia all’interno del suo stabilimento di Luton. In sostanza il macchinario è in grado di trasformare i “rifiuti dei rifiuti” della raccolta della plastica in un sostituto ecologico per compensato ribattezzato EcoSheet. Questo nuovo materiale, a sua volta riciclabile, è utilizzato in via sperimentale da un’azienda di costruzioni che sta sostenendo il progetto ed è impiegato per creare varie cose, da cartelloni pubblicitari a pavimenti.

Le stime del progetto

Nella prima fase la fabbrica in Luton sarà capace di produrre 360.000 fogli di materiale all'anno. I fondatori sperano di raddoppiare la portata con una seconda linea di produzione per poi aprire nei prossimi anni altri dieci impianti nella sola Gran Bretagna. Proprio il Regno Unito utilizza circa 5 milioni di tonnellate di plastica all'anno, ma appena un quinto di quella viene riciclato o recuperato. Attraverso questo progetto l’auspicio è invertire la tendenza.