You are here

Auto a idrogeno alimentate con la plastica

Ricercatori della Swansea University hanno sviluppato un sistema in grado di convertire la plastica in idrogeno, ecco come ci crea il nuovo carburante

MILANO – Alcuni ricercatori guidati dal dottor Moritz Kuehnel del dipartimento di chimica della Swansea University hanno sviluppato un sistema in grado di convertire la plastica in idrogeno, rendendo contemporaneamente migliore il riciclo della prima e la produzione per un uso come carburante del secondo. La notizia è stata riportata nei giorni scorsi dalla BBC.

Idrogeno dalla plastica

La soluzione trovata dal team di ricercatori non solo permetterebbe di creare industrie del riciclo per convertire la plastica in carburante per le auto a idrogeno (un grosso incentivo economico da questo punto di vista) ma non sarebbero nemmeno tanto difficile da mettere in piedi. “La bellezza di questo processo è che non è molto difficile e può degradare ogni tipo di spreco –  prosegue il dott. Kuehnel – Anche se c’è del cibo o un po’ di grasso, la reazione non si ferma ma, anzi, la migliora”.

Un vantaggio economico e ambientale

Come se non bastasse, il processo di conversione restituisce, oltre all’idrogeno, anche la plastica riciclata. In altre parole, è una doppia vittoria che potrebbe significare un maggiore interesse nelle aziende per il riciclo della plastica. Il processo di conversione produce gas idrogeno e, per il momento, il lavoro viene svolto con un laboratorio a Cambridge che ha ricevuto finanziamenti attraverso il Consiglio di ricerca di ingegneria e scienze fisiche e attraverso una società petrolchimica austriaca. Poter portare a termine il progetto a livello industriale potrebbe richiedere alcuni anni ma ci deve essere sempre un punto di partenza per le nuove tecnologie.

di Salvatore Galeone

10 ottobre 2018

credits: fotolia