Riciclo plastica: nasce la prima strategia europea

Riciclo plastica: nasce la prima strategia europea

Frans Timmermans, vicepresidente della Commissione Europea, ha comunicato gli obiettivi della prima strategia europea sul riciclo della plastica

MILANO – Il problema del riciclo della plastica sta diventando sempre più diffuso con il passare degli anni.

In questo senso i dati parlano chiaro e ci dicono che ogni anno gli europei producono circa 25 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica, e meno del 30 % è riciclata. Per questo motivo la Commissione Europea ha stabilito una nuova strategia sulla plastica a livello comunitario che sia in grado di dettare una serie di regole di base per il settore.

Gli obiettivi

A comunicare gli obiettivi di questa strategia è lo stesso Frans Timmermans, vicepresidente della Commissione Europea, dividendoli in tre passaggi chiave: rendere redditizio per le imprese il riciclo, ridurre i rifiuti di plastica e fermare la dispersione di rifiuti in mare.

Non solo questo, gestendo la produzione e lo smaltimento degli stessi, sarà possibile creare nuove opportunità di investimento e nuovi posti di lavoro.

Le linee guida da seguire per portare avanti il progetto sono chiare: facilitare il riciclo, ridurre ove possibile l’usa e getta e sostituire progressivamente i polimeri fossili con un’alternativa bio.

L’importanza di creare una strategia

“Se non modifichiamo il modo in cui produciamo e utilizziamo le materie plastiche, nel 2050 nei nostri oceani ci sarà più plastica che pesci.

Dobbiamo impedire che la plastica continui a contaminare le nostre acque, il nostro cibo e anche il nostro organismo. L’unica soluzione a lungo termine è ridurre i rifiuti di plastica riciclando e riutilizzando di più- ha dichiarato Timmermans”.

Il desiderio comune è quello di rendere entro il 2030 tutte le confezioni in plastica riciclabili o riutilizzabili. Per raggiungere questo obiettivo è necessario che la Commissione lavori a una revisione dei requisiti legislativi per l’immissione degli imballaggi sul mercato.

Il ruolo dei cittadini

Per aiutare i cittadini in questa impresa la Commissione promuoverà delle campagne di sensibilizzazione nazionale, sfruttando in particolare iniziative come il vuoto a rendere o la definizione delle materie plastiche compostabili e biodegradabili.

In questo modo sarà facilitata la raccolta differenziata dei rifiuti di plastica e verranno create alternative green ai prodotti monouso.

di Alessandro Conte

7 febbraio 2018

credits: fotolia