alimentazione

Un italiano su 2 è consapevole della qualità del cibo

In occasione della Giornata Mondiale della Terra è stato presentato il nuovo libro “L’oro nel piatto” dell’agro-economista Andrea Segrè

BOLOGNA Si intitola “L’oro nel piatto” (pag. 294, collana Passaggi 18 €) il nuovo libro di Andrea Segrè, scritto a quattro mani con il giornalista Simone Arminio. Il volume è stato presentato a Bologna martedì 21 aprile in occasione della Giornata mondiale della Terra con la partecipazione autorevole0 della presidente del Milan Center for Food Law and Policy Livia Pomodoro, fortemente impegnata sui temi del diritto al cibo come motore della Carta di Milano che uscirà da Expo 2015 e sarà riferimento per le politiche sul cibo del terzo Millennio.

Valore al Cibo

«Restituire valore al cibo è l’unica strada di emancipazione dai paradossi alimentari del nostro tempo. Il cibo ha il valore che sappiamo dargli, è una questione culturale. Per questo il cibo dev'essere considerato un diritto, per tutti. La vera sfida sul cibo, oggi, è questa: la nostra scommessa sul suo valore», hanno spiegato gli autori de L’oro nel piatto. I dati sono chiari: secondo l’ultimo rapporto curato dall’Osservatorio Waste Watcher di Last Minute Market / SWG lo spreco alimentare domestico – il cibo ancora buono che finisce direttamente nei rifiuti - vale oltre 8 miliardi di euro, circa mezzo punto di PIL. Mentre l’ISTAT conta ormai più di 10 milioni di italiani che vivono, e si alimentano, in condizioni di povertà. Sul pianeta lo spreco di cibo vale ogni anno una volta e un terzo l’intero PIL italiano, ovvero circa 2060 miliardi € (PIL 2013: 1560 miliardi €) includendo i costi sociali, ambientali ed economico-produttivi.

La carta di Milano

Proporrà impegni e responsabilità precise su tutti i principali temi della questione alimentare globale  e sarà il principale strumento di partecipazione consapevole al dibattito espositivo che interesserà tutti i Paesi aderenti, i singoli visitatori, le istituzioni e le realtà nazionali e internazionali coinvolte a vario titolo. Il Milan Center for food Law anche policy (centro di documentazione costituito nel febbraio scorso da Expo Milano 2015, Camera di Commercio, Comune e Regione) ha avviato un percorso ambizioso per fare in modo che il cibo diventi il più importante tra i diritti fondamentali e ha lanciato il progetto di una forte iniziativa italiana per una Convenzione multilaterale in materia di diritto al cibo ed al cibo garantito.

Sanpellegrino è partner ufficiale di Expo 2015 Milano e Padiglione Italia. Per saperne di più clicca qui