La vita nel 2116? Sotto acqua alt_tag

La vita nel 2116? Sott'acqua

Lo Smart Things Future Living Report presentato nei giorni scorsi a Londra delinea le tendenze futuribili di come vivremo

LONDRA – Città costruite in bolle di vetro sottomarine, colonie umane sulla luna e su Marte, case costruite con enormi stampanti 3D,grattacieli alti oltre un chilometro e droni personali usati come mezzi di trasporto: questo sarà il mondo fra 100 anni, nel 2116, così come immaginato da un gruppo di studiosi universitari britannici e futurologi, in uno studio commissionato da Smart Things e presentato nei giorni scorsi a Londra.

Che futuro ci aspetta?

Il report spiega anche come i grattacieli nel futuro si svilupperanno sottoterra, fino a 25 piani nelle viscere del pianeta, a dimostrare come l'uomo cercherà di colonizzare tutti gli spazi del globo non ancora occupati. Certo, rimane sempre l'incognita di che cosa ci riservi esattamente il futuro, considerando che per esempio simili previsioni di cento anni fa ipotizzavano per questo 2016 automobili volanti e alimentazione umana a base di pillole, non arrivando tuttavia a ipotizzare i prodigi del web.

Rivoluzione digitale

Ma una delle coautrici dello studio, la scienziata Maggie Aderin-Pocock, è stata chiara: "Le nostre vite oggi sarebbero irriconoscibili da chi era in vita un secolo fa. Soprattutto Internet ha rivoluzionato il modo in cui comunichiamo, impariamo e controlliamo le nostre vite". Nei prossimi decenni, ad ogni modo, assisteremo a profondi cambiamenti nel nostro modo di vivere e nel rapporto con l’ambiente. Una rivoluzione che nei prossimi anni, senza aspettare il 2116, per gli studiosi si concentrerà molto sugli smartphone, che appunto ci consentiranno di programmare la nostra esistenza fin nei minimi dettagli. 

di Alessandro Michielli

READ MORE