Notte degli Oscar, i 5 film più belli sul tema dell’acqua - In a Bottle

Notte degli Oscar, i 5 film più belli sul tema dell’acqua

La notte tra il 9 ed il 10 febbraio verranno consegnate le celebri statuette. Nel frattempo ecco le 5 pellicole più belle a tema acqua

MILANO – Riuscirà Brad Pitt ad essere premiato come “Miglior attore non protagonista” in “Once Upon A Time in Hollywood”? Il “Joker” di Joaquin Phoenix gli porterà invece quella di “Miglior attore protagonista”? E “1917”, pellicola sulla Prima Guerra Mondiale, ce la farà a fregiarsi della statuetta d’oro per la “Miglior sceneggiatura originale”? Per sapere questi verdetti, e tanto altro, è sufficiente attendere la notte tra domenica 9 e lunedì 10 febbraio quando, negli Stati Uniti, e più precisamente a Los Angeles, si svolgerà la tanto attesa consegna degli Oscar.

Tanti, e molto belli, sono i film in gara quest’anno: ancora poche ore e tutti gli amanti del Cinema saranno accontentati. La redazione di In a Bottle, nel frattempo, propone un elenco di film a tema acqua che hanno fatto incetta di premi e riconoscimenti.

La forma dell’acqua

Il film si svolge nella città di Baltimora, nel 1962, durante gli anni della Guerra Fredda. La protagonista si chiama Elisa Esposito, donna affetta da mutismo che lavora come addetta alle pulizie in un laboratorio governativo dove vengono svolte delle sperimentazioni a scopo militare. Un giorno, in quel luogo, viene portata una creatura anfibia dall’aspetto umanoide, catturata in un villaggio amazzonico dov’era venerata da parte degli indigeni locali. Il film narra quindi del rapporto fra Elisa, che rimane affascinata dalla creatura, e quest’ultima, che viene accudita di nascosto e a cui viene insegnata anche la lingua dei segni americana. Girato da Guillermo del Toro, si è aggiudicato quattro Premi Oscar: miglior film, miglior regista, migliore scenografia, miglior colonna sonora. 

Titanic

È la storia della diciassettenne Rose DeWitt Bukater che, nell’aprile del 1912, si imbarca assieme alla madre e al fidanzato Caledon Hockley a bordo del transatlantico Titanic. La sera del secondo giorno di navigazione però, la ragazza, a causa della propria relazione “forzata” con un uomo ricco ed arrogante, tenta il suicidio scavalcando il parapetto della poppa della nave da crociera, ma viene salvata da Jack Dawson, un giovane “squattrinato” che ha vinto il biglietto giocando una partita a poker. Il film narra la storia di questi due ragazzi che, da un iniziale rapporto di amicizia, si scoprono complici, fino ad instaurare una profonda relazione amorosa. Diretto da James Cameron, Titanic detiene il record di vittorie ai Premi Oscar, ben 11 nel 1998, assieme a Ben-Hur ed Il Signore degli Anelli – Il ritorno del Re. Primato, infine, anche per quanto riguarda le candidature alle statuette d’oro: 14, insieme ad Eva contro Eva e La La Land.

Master & Commander – Sfida ai confini del mare

Durante le Guerre Napoleoniche, qualche anno dopo il 1800, la nave della marina reale britannica HMS Surprise è in viaggio per intercettare l’imbarcazione francese Acheron e portare di conseguenza il conflitto anche nel Pacifico. Nel bel mezzo della costa settentrionale del Brasile, così, le due navi mettono in scena diversi combattimenti in cui, ad uscire vincitrice, è per due volte consecutive proprio l’Acheron. La HMS Surprise trova rifugio prima nelle acque di Cape Horn e poi nelle isole Galápagos dove viene escogitato il piano per attaccare una terza volta l’imbarcazione nemica. Master & Commander – Sfida ai confini del mare, è un film del 2003 diretto da Peter Weir e tratto dalla saga letteraria marinaresca Aubrey e Maturin: l’anno successivo, agli Oscar, si aggiudicò due statuette, una alla miglior fotografia (Russell Boyd) ed una al miglior montaggio sonoro (Richard King).

La Sirenetta

Il film d’animazione prodotto dalla Walt Disney Feature Animation racconta le vicende di Ariel, una principessa sirena molto curiosa ed affascinata dal mondo umano, che vive la propria vita nel mondo sottomarino di Atlantica. Una notte, in un viaggio verso la superficie del mare, vede una nave in cui si stava festeggiando il compleanno del principe Eric, personaggio di cui Ariel si innamora subito e che salverà dall’annegamento a causa di una violenta tempesta che ha colpito l’imbarcazione. La storia d’amore fra Ariel ed Eric viene più volte ostacolata, sia dal padre di lei, Re Tritone, che dalla perfida donna polpo Ursula, strega del mare, che non perde mai d’occhio la sirenetta meditando anche un piano per poter prendere il controllo di Atlantica, regno dal quale era stata cacciata. Il film d’animazione, nel 1990, conquistò l’Oscar come miglior colonna sonora (Alan Menken) e come miglior canzone, Under the Sea, ad opera di Alan Menken ed Howard Ashman.

Lo Squalo

Un grande squalo bianco su una piccola località turistica balneare di nome Amity? Impossibile secondo quanto sostiene il sindaco Larry Vaughn, terrorizzato dall’idea di dover chiudere le spiagge il 4 luglio, nel periodo più redditizio dell’anno per la località di villeggiatura. Sarà quindi il capo della Polizia Martin Brody a far cambiare idea al primo cittadino, ingaggiando il biologo marino e “pescecanologo” Matt Hooper assieme allo spietato cacciatore di squali Quint. A bordo dell’Orca, l’imbarcazione di quest’ultimo, partirà quindi una vera e propria caccia al più grosso squalo bianco che sia mai stato creato. Lo Squalo, nel 1976, si è aggiudicato 3 Premi Oscar: miglior montaggio, miglior sonoro e miglior colonna sonora.

di Michael Dones

Source: Adobe Stock

7 Febbraio 2020