You are here

Scarpe ecologiche: le sneakers realizzate con rifiuti oceanici

Scarpe ecologiche: le sneakers realizzate con rifiuti oceanici

Un progetto ecosostenibile che vede protagonisti Adidas e l’Associazione Parley for the Oceans per la salvaguardia degli oceani

MILANO Sneakers sostenibili. E’ questa l’ultima idea lanciata da Adidas, in collaborazione con l’Associazione Parley for the Oceans, per sensibilizzare i consumatori alla salvaguardia degli oceani e alla preservazione della biodiversità. Scarpe ecologiche da ginnastica realizzate con rifiuti oceanici e reti utilizzate per la pesca illegale dei trafficanti.

Le scarpe ecosostenibili

Una suola bianca ed il resto della scarpa ecosostenibile a colori tra il verde ed il blu, come quelli dell’oceano da cui nasce l’ispirazione di Adidas. Il progetto nasce in collaborazione con l’organizzazione ambientale Parley for the Oceans, che da sempre si occupa della salvaguardia degli oceani e della preservazione della biodiversità. Le scarpe ecologiche saranno realizzate interamente con plastica, rifiuti e reti ritrovate in mare. La maggior parte sono state donate ad Adidas dall’associazione ambientalista The Sea Shepherds, che si occupa di recuperare in mare le reti utilizzate per la pesca illegale. Abbandonate in acqua, queste reti rappresentano un rischio per la sopravvivenza dei pesci. Per le rifiniture delle scarpe ecosostenibili, fa sapere Adidas, verranno usate le reti utilizzate da un gruppo di trafficanti ricercati dall’Interpol nella pesca illegale dell’Africa Occidentale.

Quando saranno disponibili sul mercato?

Per ora le nuove scarpe ecologiche da ginnastica realizzate con il materiale plastico recuperato dall’oceano sono solo un prototipo, ma c’è chi assicura che il nuovo modello sarà in vendita già dal prossimo anno. Il design di queste calzature ecologiche è realizzato appositamente per ricordare le onde del mare e, ancora più importante, il processo di produzione della scarpa è pensato apposta per non generare rifiuti. Un messaggio forte, per cercare di sensibilizzare l’opinione pubblica su una questione così attuale.

di Redazione