You are here

Nuovi impianti in Italia per il riciclo della plastica - In a Bottle

Nuovi impianti in Italia per il riciclo della plastica

Il progetto ideato da Maire Tecnimont e finanziato da Intesa Sanpaolo mira a produrre oltre 40mila tonnellate all’anno di polimeri riciclati

MILANO - La società di ingegneria Maire Tecnimont entra nel settore dell'economia circolare investendo nello sviluppo del suo primo impianto avanzato di riciclo meccanico della plastica. La struttura, situata a Bedizzole, in provincia di Brescia, sarà gestita da una nuova società, MyReplast Industries, controllata da NextChem e per una percentuale di minoranza da imprenditori locali.

Le caratteristiche

La struttura, basata sulla tecnologia MyReplast con efficienza di riciclo al 95%, produrrà a regime 40mila tonnellate all’anno di polimeri riciclati. Il macchinario è in grado di trattare varie tipologie di rifiuto plastico in ingresso, sia nell’ambito dei residui della produzione industriale sia nel campo post-consumo, ossia materiale proveniente dalla selezione della raccolta differenziata urbana.

L’investimento

Secondo la società Maire Tecnimont il polimero riciclato in uscita dall’impianto MyReplast, tra i più grandi in Europa, avrà le caratteristiche per approcciare mercati “premium” ad alto valore aggiunto. L’operazione è sostenuta da Intesa Sanpaolo, attraverso la sua divisione Corporate & Investment Banking, e rientra all’interno del plafond circular economy di 5 miliardi di euro che il Gruppo ha messo a disposizione nell’arco del piano impresa 2018-2021.

di Michael Dones

Source: Adobe Stock

27 Marzo 2019