You are here

L’acqua migliora la voce? Gli studi ci dicono di sì  – In a Bottle

Bere acqua può migliorare la qualità della voce

Secondo recenti studi una corretta idratazione può preservare la qualità delle corde vocali

MILANO – Non solo uno “strumento di lavoro” per cantanti e tenori, ma la base della relazione ed interazione tra le persone. Parliamo della voce, il più importante mezzo di comunicazione che ha l'uomo. Il 16 aprile, dal 1999, è in programma la Giornata Mondiale della voce per sensibilizzare la popolazione sulla sua importanza. Proprio per questo nel corso degli anni sono stati condotti studi e approfondimenti su come preservarla.

L’analisi

Un gruppo di ricercatori della National Center for Biotechnology Information ha raccolto gli articoli scientifici pubblicati negli ultimi 10 anni che analizzano gli effetti dell'idratazione sulla qualità della voce negli adulti. Sono stati realizzati cinque gruppi di lavoro utilizzando le parole chiave "idratazione vocale", "qualità della voce", "disidratazione della piega vocale" e "terapia della voce igienica". Tutti gli studi sono stati valutati in base a livelli di evidenza e indicatori di qualità della American Speech-Language-Hearing Association.

L’importanza di idratarsi

Dai dati raccolti è emerso che la disidratazione ha influenzato negativamente alcuni fattori legati alla qualità della voce, mentre un corretto consumo di acqua ha al contrario influito positivamente sugli stessi parametri acustici. Tali risultati sono stati testati su un gruppo di giovani studentesse di canto, le quali hanno dimostrato una capacità vocale migliore rispetto alle colleghe meno idratate. Effetti positivi sono stati confermati anche dall’inalazione del vapore e dalla nebulizzazione di soluzioni isotoniche, confermando che una corretta idratazione svolge un ruolo fondamentale in un programma di igiene vocale.

di Salvatore Galeone

Source: Adobe Stock

16 Aprile 2019