Bambini e idratazione: negli Usa uno su 2 non beve abbastanza

Bambini e idratazione: negli Usa uno su 2 non beve abbastanza

Uno studio della Harvard TH Chan School of Public Health ha dimostrato che negli Stati Uniti un bambino su 2 non beve abbastanza acqua

MILANO – Secondo un recente studio della Harvard TH Chan School of Public Health, più della metà tra bambini e ragazzi americani non si idrata correttamente e questo è dovuto semplicemente al fatto di non bere la giusta quantità di acqua ogni giorno.

La statistica è preoccupante, dicono i ricercatori, perché la scarsa idratazione  può avere effetti significativi sulla salute fisica e mentale dei bambini soprattutto, come ha spiegato l’autrice principale dello studio Erica Kenny a CBS News, sulle funzioni cognitive e sull’umore.

Lo studio sui bambini

I ricercatori hanno esaminato i dati di uno studio del National Health and Nutrition Examination Survey che ha coinvolto più di 4.000 bambini e adolescenti di età compresa tra 6 a 19 anni.

Il team della dottoressa Kenny ha utilizzato la concentrazione urinaria come parametro per verificare i livelli di idratazione.

“In generale se le urine sono più concentrate non si è abbastanza idratati – ha affermato la Kenny – La concentrazione si valuta dal colore: più sono scure più sono concentrate e, quindi, si è meno idratati”.

I risultati hanno verificato che più della metà dei partecipanti non era correttamente idratata. È stato registrato anche un rapporto di genere: i maschi hanno il 76% di probabilità in più rispetto alle donne di essere meno idratati.

Educare alla corretta idratazione

Le raccomandazioni su quanta acqua bere dipendono da una serie di fattori quali età, sesso, peso, livello di attività fisica.

Secondo le linee guida dell’Institute of Medicine, i bambini di età compresa tra 9 e 13 anni dovrebbero consumare tra i 7 e gli 8 bicchieri d’acqua al giorno, mentre gli adolescenti tra i 14 e i 18 anni dovrebbero berne tra gli 8 e gli 11 bicchieri.

La dottoressa Kenny ha spiegato: “L’acqua è la scelta migliore per i bambini. I genitori dovrebbero assicurarsi che i loro figli possano avere l’acqua sempre a loro disposizione, a casa e fuori casa. Anche le scuole dovrebbero fare di più per mettere i bambini, durante le ore di lezione, nelle condizioni di soddisfare le necessità del corretto apporto idrico”.

di Alessandro Conte

24 novembre 2017

credits: fotolia