You are here

Capelli rovinati, scopri come renderli di nuovo sani con l’acqua

Alla fine dell’estate i capelli come la pelle risultano secchi, sfibrati e invecchiati. Scopri come renderli di nuovo luminosi grazie all’acqua

MILANO – Anche i capelli, come la pelle, invecchiano a causa del sole. Ecco perché al ritorno dalle vacanze la chioma può essere difficile da gestire. Per ristrutturarla bastano pochi accorgimenti, ma bisogna prima conoscere il problema, cercare di prevenire e soprattutto non dimenticarsi mai di idratare i capelli, prima dopo e durante l'esposizione al sole.

Perché d'estate i capelli si rovinano

Caldo, sole, salsedine e sabbia sono una vera minaccia per i capelli. Per questo, una volta rientrati dalle vacanze, la chioma risulta opaca e crespa.

Non è solo una sensazione: uno studio dell’Università di Zurigo, condotto in sei anni su più di 800 donne, ha dimostrato come crescita e perdita dei capelli seguano determinate stagionalità e proprio in estate, a causa dei molteplici fattori, la caduta risulta più celere.

Rientrati in città, lo stress e l’eventuale utilizzo di prodotti scorretti possono poi aggravare la situazione. Per fortuna i rimedi esistono e non si tratta solo di prodotti cosmetici ma anche di giuste e buone abitudini.

L’importanza dell'acqua per una chioma idratata

Che bere molta acqua faccia bene all’organismo è cosa nota: aiuta a prevenire le malattie e regala idratazione per un aspetto più giovane e fresco. Spesso, però, ci si dimentica che l’acqua è di fondamentale importanza anche per la chioma.

La disidratazione dello scalpo, nei casi più gravi, può persino causare calvizie. Ecco perché, come affermato dal Dottor Alessandro Zanasi dell’Osservatorio Sanpellegrino, «una buona idratazione è alla base non solo della nostra salute, ma anche della bellezza dei nostri capelli. Dunque bisogna bere una quantità d’acqua adeguata nel corso della giornata, meglio se ricca di calcio magnesio e oligoelementi».

Un litro e mezzo o due sono sufficienti. E per avere capelli ancora più splendenti si può fare l’ultimo risciacquo dopo lo shampoo con l’acqua minerale. Questa, infatti, è da preferire – anche se in piccole quantità – all’acqua del rubinetto che, troppo ricca di cloro e calcare, rende la chioma opaca e grigia.

di Salvatore Galeone

11 settembre 2018

credits: fotolia