You are here

Disidratazione, bere poca acqua affatica anche gli occhi

Disidratazione, bere poca acqua affatica anche gli occhi

Bere tanta acqua aiuta anche a mantenere l’occhio sano e vivo. Scopriamo perché tra gli effetti della disidratazione vi possono essere disturbi alla vista

MILANO – Se desiderate mantenere l’occhio sano e vivo, è fondamentale bere molta acqua. E’ appurato che la disidratazione può avere conseguenze negative per gli organi di tutto il corpo (soprattutto i reni). Tuttavia è forse poco risaputo che bere poca acqua può causare disturbi anche agli occhi e di conseguenza alla vista.

Cosa comporta la disidratazione?

Il corpo perde liquidi in diversi modi durante il giorno: quando si suda, si urina o anche quando ci sono problemi intestinali. Inoltre, se restate esposti al sole per troppo tempo, se vomitate, se siete diabetici o se state bevendo alcolici, il rischio di disidratazione aumenta. Quando il corpo inizia a perdere troppi liquidi tanti sono i sintomi, dalla sete alla minzione diminuita. Ma c’è anche una produzione più ridotta delle lacrime dovuta a scarsa lubrificazione. Questa condizione, di riflesso, aumenta la secchezza oculare e le probabilità di problemi alla vista.

L’importanza delle lacrime 

Le lacrime sono necessarie per tenere gli occhi lubrificati e per fornire una visione chiara. Aiutano a lavare via i detriti che entrano negli occhi, come la polvere,  e a ridurre il rischio di sviluppare infezioni oculari. La scarsa idratazione degli occhi porta anche all’irritazione e ciò può rendere anche la vista sfocata. Il collirio può essere utilizzato per lubrificare gli occhi e ridurre i sintomi della secchezza, oltre ad essere utilizzato per lavare l'occhio. Ma il modo migliore per curare gli occhi secchi è bere tanta acqua tutti i giorni.

Curare l’alimentazione 

Anche una sana alimentazione può fare bene all’occhio. L'American Optometric Association raccomanda agli adulti di età compresa tra i 18 ed i 60 anni di consumare in buone quantità cavoli, spinaci, carote, peperoni e patate dolci perché contengono nutrienti utili ai bulbi oculari. Inserire tali alimenti nella dieta quotidiana può aiutare a proteggersi dalle malattie dell'occhio quali glaucoma, cataratta e degenerazione maculare, scongiurare la sindrome dell'occhio secco e mantenere la vista forte.

di Redazione