Giornata Mondiale della Voce, l’importanza di mantenersi idratati per i cantanti - In a Bottle

Giornata Mondiale della Voce, l’importanza di mantenersi idratati per i cantanti

Bere molta acqua è uno dei loro segreti per mantenere delle prestazioni vocali alte e di livello

MILANO – Molti si chiedono come certi cantanti di fama internazionale abbiano una voce così dirompente da produrre “alti” e “bassi” capaci di far emozionare il mondo intero. Uno dei loro “segreti” dichiarati,  consiste nel seguire una corretta idratazione, elemento che favorisce la formazione di una barriera protettiva di muco tra le pieghe delle corde vocali. Questo fattore aiuta a “proteggere” la voce dei cantanti, ma anche l’essere umano in generale, da possibili danni come per esempio l’afonia e la raucedine.

A confermarlo uno studio internazionale, realizzato in occasione della Giornata Mondiale della Voce del 16 aprile, condotto dal noto scienziato della voce, Dottor Ronald C. Schererer.

Bere per evitare irritazione e pieghe tra le corde vocali

Alcuni cantanti, per avere performance migliori, ricorrono a rimedi casalinghi o trucchi “old school”, come per esempio i classici gargarismi. La cosa migliore, secondo gli esperti, è seguire una corretta idratazione: durante il giorno sono consigliati 8 bicchieri d’acqua. L’uso prolungato delle corde vocali, durante un tour musicale su più date, può causare irritazione e prestazioni degradanti. Rimanere idratati favorisce la formazione di muco tra le pieghe delle corde vocali ed aiuta il cantante ad avere performance ottimali.

Bere almeno mezz’ora prima di cantare

Per avere performance “di livello”, il cantante deve bere molta acqua. Essa viene assorbita dallo stomaco e, quindi, distribuita dove ce n’è più bisogno. Il processo richiede diverso tempo e potrebbero essere necessari 30 o più minuti prima che l’acqua raggiunga la laringe e ne tragga beneficio per la voce. Ciò che gli esperti si raccomandano è quello di bere almeno mezz’ora prima di iniziare la performance.

di Rossella Digiacomo

Source: Adobe Stock

14 Aprile 2020