La disidratazione è la causa numero uno della re-ospedalizzazione per chi soffre di obesità patologica

La cattiva idratazione insieme alle carenze nutrizionali sono alla base del ricorso post-intervento alla re-ospedalizzazione. Una nuova app, chiamata “Hy App” aiuta a tenere sotto controllo l’idratazione e ridurre al minimo il rischio di nuovo ricovero

Un’app aiuta a tenere sotto controllo i livelli di idratazione del corpo

MILANO – E’ stata soprattutto pensata per chi ha particolare bisogno di tenere attentamente monitorato l’apporto quotidiano di liquidi ma si rivela utile per tutti coloro che vogliono avere uno stile di vita sano. Si chiama “Hy App” ed è stata ideata soprattutto per limitare il rischio di nuovo ricovero in ospedale per i pazienti affetti di obesità patologica.

L’IMPORTANZA DELL’IDRATAZIONE- La disidratazione nonostante sia facilmente prevenibile, è la prima causa di re-ospedalizzazione per i pazienti di chirurgia bariatrica, ovvero quelle persone affette da obesità patologica. L'acqua è un elemento essenziale per la salute di ognuno, e gioca un ruolo fondamentale anche nel processo di guarigione.  I pazienti che si idratano correttamente dopo un intervento chirurgico provano meno disagi, si sentono meglio e guariscono più velocemente.

L’APP- Grazie alla Hy App, il paziente può meglio comprendere l'importanza di tenere un diario della quantità di acqua che si assume nell’arco della giornata, in modo da meglio riuscire a raggiungere l’obiettivo di bere almeno due litri di acqua al giorno. Basta scorrere con il dito sullo schermo dello smartphone ogni volta che si beve. Inoltre, un timer ricorda agli utenti quando è ora di bere un bicchiere d’acqua. L’applicazione mantiene anche in memoria una cronologia delle abitudini personali in fatto di idratazione, il che si rivela un pratico strumento per tenere monitorati i propri livelli di idratazione, fornendo anche dati utili ai i medici presso cui il paziente è in cura.

Scopri le App di Nestlé Vera dedicate a mamme e bambini

aggiornato il 5 marzo 2015