You are here

Perché una corretta idratazione aiuta a lavorare meglio

Perché una corretta idratazione aiuta a lavorare meglio

L'acqua è un prezioso alleato per il nostro organismo; scopri quali sono gli alimenti che ne contengono molta e gli escamotage per bere di più

MILANO – Tornati al lavoro occorre cercare di dimenticare in fretta le vacanze per concentrarsi sulle attività quotidiane. Tuttavia, insieme a ciò, il rischio è dimenticarsi anche di un prezioso alleato che può aiutarci a compierle in maniera più efficace: l’acqua.

 

I benefici

A trarre giovamento da una buona idratazione non è solo il corpo, ma anche la mente.

A stabilirlo un recente studio realizzato da alcuni ricercatori della University of East London School of Psychology, in Inghilterra. Bere acqua incrementa la velocità di reazione del cervello, alza il livello di attenzione e aiuta a non perdere la concentrazione.

Tra gli altri benefici, l’acqua depura dalle tossine, contrasta l’invecchiamento della pelle, regala capelli più luminosi, attenua le rotondità dovute alla ritenzione idrica e combatte la cellulite.

 

Come idratarci

Il nostro organismo necessita di circa 3 litri di acqua al giorno: un litro e mezzo dovrebbe essere introdotto attraverso l’acqua bevuta ed il restante litro e mezzo attraverso l’alimentazione.

Quali sono i cibi maggiormente idratanti, da consumare anche in ufficio per riequilibrare i liquidi persi?

  • Frutta Fresca: Sali minerali, vitamine e un’alta percentuale di acqua: tanti i benefici derivanti dal consumo di frutta. Melone e anguria, leader incontrastati dell’estate, sì anche alle pesche, che oltre ad avere proprietà disintossicanti, sono anche leggermente diuretiche, e per questo alleate delle diete.
  • Verdure di stagione: come per la frutta, anche un consumo quotidiano di 2/3 porzioni di verdura ci permette di fornire al nostro organismo la giusta quantità di Sali minerali, vitamine e acqua! Tra quelle più consigliate, bietole, spinaci, zucchine, ma anche cetrioli, finocchi, insalata, pomodori e carote.
  • Oltre a frutta e verdura, sì anche a spremute, frullati, centrifugati, frappè, latte e yogurt, ottimi break per idratarsi con gusto e in modo nutriente.

 

I consigli

Il portale californiano Popsugar riporta alcuni consigli per non dimenticare di bere acqua durante le ore di lavoro:

Prima di cominciare a lavorare, è bene appoggiare sulla propria scrivania una bottiglietta d’acqua.

Questo è un promemoria a bere ad intervalli regolari.

  1. Per ogni tazza di caffè, è opportuno bere tre bicchieri d'acqua. Il caffè, come anche il the, è infatti un disidratatore famigerato.
  2. Evitare le bevande gassate o zuccherate, soprattutto a pranzo. Esse non soddisfano il senso di sete e sono inoltre ricche di calorie.
  3. Scegliere come sfondo del pc una foto d'acqua a tema contribuisce a non sottovalutare il tema dell’idratazione. 

di Alessandro Michielli 

22 settembre 2017

credits: Fotolia