You are here

Contro lo stress niente Facebook e tanta idratazione

Contro lo stress niente Facebook e tanta idratazione

Studio australiano dice che staccare facebook per 5 giorni favorisce il calo dell'ormone dello stress. Ma per aumentare il benessere occorre anche bere

MILANO – Allontanarsi da Facebook per cinque giorni consecutivi può far diminuire l’ormone dello stress. Uno studio australiano pubblicato dal Journal of Social Psychology condotto dai ricercatori dell’università del Queensland è arrivato a queste conclusioni.

Gli esperti per però avvisano: al calo dell’indicatore fisiologico non corrisponde una sensazione di maggiore benessere.

Lo studio

I ricercatori hanno reclutato 138 partecipanti, tutti utilizzatori abituali di Facebook. Metà dei soggetti, tra 18 e 40 anni, hanno dovuto rinunciare al social per cinque giorni, mentre gli altri hanno fatto da gruppo di controllo continuando normalmente.

Nel primo gruppo al termine del periodo si è visto un calo dei livelli di cortisolo, ormone associato allo stress, che invece è rimasto invariato negli altri.

«Anche se i partecipanti allo studio hanno mostrato un miglioramento nello stress fisiologico – spiega però Eric Vanman, l’autore principale – hanno anche riferito un minore senso di benessere, dichiarando di non vedere l’ora di tornare a usare il social network.

Questo studio comunque ci dice che uno stop di pochi giorni nell’uso di Facebook può migliorare lo stress, almeno a breve termine».

Stress e idratazione

C’è un modo più immediato, se proprio non si può fare a meno di Facebook, per recuperare o tenere alto il buon umore.

Come hanno spiegato gli esperti dell’Osservatorio Sanpellegrino, lo stress aumenta la necessità di fluidi circolanti e per mantenersi ben idratati e aiutare così il nostro benessere fisico e psicologico è utile bere acqua prima di avvertire la sete e controllare che le urine siano chiare e trasparenti.

Infatti, il primo modo in cui l’organismo risponde al deficit di acqua è riducendone l’escrezione attraverso le urine e solo successivamente con il senso di sete.

Non dimentichiamo che l’acqua è la bevanda ideale per idratare, poi vengono infusi, centrifugati e spremute, ma anche frutta e verdura come tali.

La temperatura delle bevande non deve essere troppo bassa per evitare congestioni ed è preferibile bere a piccoli sorsi.

di Alessandro Conte

24 aprile 2018

credits: fotolia