You are here

Il Michigan è la patria dell'arte del riciclo alt_tag

Il Michigan è la patria dell'arte del riciclo

A Shelby in Michigan ogni anno si organizza un concorso di arte riciclata promosso dal Township Solid Waste and Recycling Committee.

MILANO –  Shelby è una città degli Stati Uniti d'America situata nella Contea di Macomb, che ogni anno organizza un concorso d’arte riciclata. Decine e decine di iscrizioni provenienti dallo Stato e da tutta l’Unione. A spingere non è tanto la gratificazione economica, pressoché simbolica, quanto la passione per il riciclo e il bisogno di sensibilizzare il grande pubblico su questo tema.

Shelby Township Solid Waste and Recycling Committee

Il concorso è stato promosso dal Shelby Township Solid Waste and Recycling Committee  per aumentare la consapevolezza della gente sul grande potenziale dei materiali riciclabili. Per la prima volta gli organizzatori hanno aggiunto delle indicazioni sul modulo d’iscrizione, includendo una scheda dove elencare i materiali da utilizzare: “La qualità delle opere prodotte in questo concorso è sempre stata ottima – afferma  Marietta Crabtree, presidente del Solid Waste and Recycling Committee -,  ma ammetto che quest’anno la creatività sia stata davvero eccezionale. E’ sorprendente quello che la gente riesce a realizzare con del materiale riciclato”.

4 categorie

I partecipanti  sono stati suddivisi in quattro categorie: 

  • Giovani
  • Adolescenti
  • Adulti
  • Scolari

I vincitori di ogni categoria hanno ricevuto un premio in denaro di $ 75 per il primo, $ 50 per il secondo, $ 25 per il terzo, $ 15 per il quarto e $ 10 per il quinto e tutti gli artisti hanno ricevuto un attestato di partecipazione: “Una delle ragioni per cui abbiamo voluto fare questo contest è stata quella di richiamare l'attenzione sul fatto che il riciclo è qualcosa che tutti possono fare - ha aggiunto la Crabtree -. E’ stato difficile scegliere i vincitori di quest’anno: c’erano persone con diverse esperienze di vita ed ognuna di loro ha messo qualcosa di unico nella propria opera. Condividendo la loro creatività con il pubblico secondo me hanno vinto tutti”.

di Alessandro Conte

19 ottobre 2016