Acqua e sport, un binomio perfetto in estate - In a Bottle

Acqua e sport, un binomio perfetto in estate

In Italia ci sono mari, laghi, fiumi e torrenti adatti per ogni disciplina sportiva, ideali per vivere esperienze suggestive ed emozionanti

MILANO – Quest’estate in molti sceglieranno vacanze intelligenti decidendo di restare in Italia, escludendo quindi mete esotiche e lontane. Tuttavia, optare per località italiane non significa rinunciare ed esperienze divertenti e a panorami mozzafiato. In particolare, chi durante i mesi estivi ha intenzione di svolgere sport sull’acqua, deve sapere che il nostro Paese offre diverse opportunità: dalla vela al windsurf, dal rafting al canyoning fino alla canoa, al kayak e alle nuove discipline come il kitesurf o lo stand up paddle.

Lungo tutto lo Stivale ci sono mari, laghi, fiumi e torrenti che si prestano a soddisfare qualsiasi tipo di esigenza sportiva. Ecco alcune regioni che offrono opportunità uniche per svolgere attività a contatto con l’acqua.

Dal Piemonte alla Lombardia

In Piemonte, gli amanti della vela possono scegliere come destinazione ideale laghi come il Lago Maggiore, l’Orta, il Lago di Viverone e l’Avigliana. Per gli appassionati di windsurf, a 1.582 metri la scelta ideale è il lago di Ceresole. Chi invece preferisce il canyoning, rafting o kayak in ambienti naturali incontaminati la scelta ideale è l’Alta Valsesia e il Cuneese. Nel Canavese, in provincia di Torino, si pagaia nelle potenti acque della Dora Baltea, ribattezzate dagli appassionati “Colorado d’Europa”.

In Lombardia, più precisamente in Valtellina, lungo il fiume Adda, si può praticare rafting immersi in una suggestiva cornice naturale. Per un’esperienza in famiglia si consiglia invece un percorso più tranquillo, quello che collega Piateda a Castione, dove la gita in gommone lungo le anse dell’Adda regala scorci meravigliosi sui terrazzamenti retici. Gli amanti della vela non possono non optare per il Lago di Garda, grazie ai venti costanti che contraddistinguono questo luogo. Per il windsurf la meta ideale è sicuramente il Lago d’Iseo, grazie alle correnti che rendono super emozionanti gli sport su acqua.

Sport in acqua tra il Veneto e la Romagna

Numerosi i percorsi di canyoning in Veneto. Itinerari adatti a tutti come a Romano d’Ezzelino, nei pressi del Monte Grappa, o sul torrente Dortiè, a Cortina d’Ampezzo, tra scivoli, piccole cascate e avventurosi passaggi tra le rocce. Lungo il corso del Brenta, nel paese vicentino di Valstagna, sono tante e diverse le offerte di rafting. Spostandosi a Verona, l’Adige offre la possibilità di rilassanti escursioni.

Con 135 km di coste, anche l’Emilia Romagna offre tantissime possibilità per praticare sport acquatici. Per scoprire più a fondo l’area del Parco del Delta del Po, un’escursione in canoa consente di percorrere dolcemente i canali delle Valli di Comacchio. Con la canoa dalla pagaia a doppia pala si può scendere lungo il fiume Trebbia completamente immersi nella natura, grazie all’escursione organizzata dal Parco Avventura Val Trebbia sull’Appennino di Piacenza.

Le aree marine in Campania

Sono tante le aree marine protette della Campania dove si possono fare bellissime uscite in kayak: la Baia di Ieranto, una meravigliosa insenatura del Golfo di Salerno, dove si concentra una grande varietà faunistica, terrestre e marina; la Costa degli Infreschi e della Masseta nella provincia di Salerno, con numerose grotte sommerse; Santa Maria di Castellabate, la fascia di mare compresa fra le punte di Tresino e Licosa; il Regno di Nettuno, attorno alle isole del golfo di Napoli, dove in alcune zone è concessa la balneazione, le immersioni e le visite guidate subacquee, la navigazione a vela.

Ti potrebbe interessare: Idratazione e sport: quanto sono importanti e come conciliarli

Di Rossella Digiacomo

Source: Adobe Stock

25 Giugno 2020