You are here

In crociera tra i ghiacciai dall'Alaska a New York

In crociera tra i ghiacciai dall'Alaska a New York

A causa del global warming, da questa estate sarà possibile svolgere una crociera tra i ghiacciai e attraversare l'Artico dall'Alaska a New York

MILANO – Lo scioglimento glaciale sta aprendo varchi nei perenni ghiacciai artici. Così è sorta l’opportunità di organizzare traversate a Nord-Ovest dell’Artico per collegare l’Alaska a New York. La scorsa estate, infatti, è partita la prima crociera con una lussuosissima nave, la ‘Crystal Serenity’, che ha attraccato nel porto della Grande Mela dopo 32 giorni di traversata.

Il viaggio tra i ghiacci

La nave prevede oltre 650 membri dell’equipaggio e può ospitare più di mille passeggeri. Il prezzo del biglietto è super esclusivo: dai 22mila ai 120mila dollari a seconda dei posti scelti. Il viaggio può essere svolto in tutti i mesi dell’anno. Certo, ad agosto è ancor più agevolato visto che la riduzione della calotta polare è ancora più notevole. La prima crociera è partita il 16 agosto precisamente da Seward (Alaska) ed è arrivata a New York il 17 settembre. Se tutto andrà per il meglio, si avvierà un nuovo tipo di turismo alquanto singolare, che coinvolgerà un ambiente tanto delicato quanto stupendo.

Gli effetti del global warming

Questa nuova tendenza turistica è dovuta alla riduzione della massa dei ghiacciai. Lo scorso inverno i ghiacciai si sono fermati a 14,5 milioni di chilometri quadrati. Il minimo storico. Tuttavia è dal 2000 che già piccole imbarcazioni hanno accesso a i ghiacci perenni. Nell’autunno 2013 ci è passata la prima nave grande (ma commerciale): la Nord Orion. Una sorta di prova finale per il passaggio di navi commerciali, certo, ma anche per navi da crociera e l’inizio di un nuovo tipo di turismo.

di Salvatore Galeone

1 febbraio 2017

credits: fotolia