Sport d’Acqua in Inverno: Le Cinque Location Migliori – In a Bottle

Le cinque location più spettacolari, esotiche e non, per fare sport d’acqua anche in inverno

Cinque destinazioni, esotiche e non, per vivere un’avventura “acquatica” all’insegna del divertimento

MILANO – Gli sport d’acqua, in inverno, sono un po’ come le moto durante la stagione fredda: li si ripone in garage, sotto il caldo di una calorosa coperta, in attesa che il sole torni a scaldare le lunghe giornate primaverili ed estive. Niente di più falso! I veri appassionati, infatti, sono pronti, anche d’inverno, a cavalcare le onde più alte sulla propria tavola da surf, oppure ad indossare un paio di sci d’acqua tirati a lucido per l’occasione: bisogna solo sapere dove andare per vivere un’avventura all’insegna della passione e del divertimento.

L’Europa conta tre destinazioni ideali per sport acquatici

Le due principali isole italiane sono fra le mete più ambite, ma la Sardegna vince la “palma” per Capo Mannu, un promontorio situato a poco più di 20 chilometri da Oristano dove comincia la penisola del Sinis. Questo è un luogo particolarmente frequentato dai kiters, ovvero tutti quegli sportivi che, praticando il kitesurf, non riescono a fare a meno di sentire la brezza che gli accarezza il viso mentre vengono trascinati da un aquilone. Spostandoci più ad ovest, nella penisola Iberica, e più precisamente nei pressi di Lisbona, troviamo Cabo da Roca, il punto più occidentale del continente europeo. Per quanto riguarda la Spagna, invece, a Fuerteventura si susseguono decine di spiagge, una dopo l’altra, in cui praticare sport acquatici come surf e kitesurf: la cittadina di Corralejo, inoltre, offre tanto divertimento e sistemazioni per tutti, da surfcamp a ristoranti vari.

Anche Marocco e Barbados sono ottime per sport d’acqua in inverno

Surf o kitesurf non fa differenza: gli amanti delle onde scelgono la destinazione africana, oltre che per la bellezza delle spiagge e del mare, anche per una questione economica, essendo una meta particolarmente “low cost”. Dalle temperature miti di tutto l’anno agli alloggi più disparati: per chi vuole vivere un’avventura da non dimenticare ci sono Daklha e la zona di Essaouira. Se invece si vuole optare per una meta esotica, si possono scegliere le isole Barbados, situate nelle Piccole Antille e bagnate sia dal Mar dei Caraibi che dall’Oceano Atlantico. La location, essendo abbastanza contenuta, si può attraversare in automobile, da est a ovest, in circa mezz’ora e da nord a sud in poco più di un’ora: un’occasione perfetta per fare una sessione di kitesurf ed una di surf. 

di Michael Dones

Source: Adobe Stock

17 Dicembre 2019