You are here

Energia solare per la fabbrica Nestlé Waters in Giordania

Nestlé Waters ha inaugurato in Giordania impianto per la prima fabbrica del gruppo nella zona Asia-Africa a dotarsi di energia solare su larga scala

MILANO – In linea con l’obiettivo di utilizzare energia rinnovabile al 100% nel suo business, Nestlé Waters ha inaugurato un nuovo impianto solare in Giordania che fornirà, alla fabbrica di Al Husseiniya – situata nella provincia di Ma'an a sud del Paese – due quinti della domanda di energia del sito.

L’impianto permetterà di risparmiare in un anno circa 1.300 tonnellate di CO2, l’equivalente del consumo di 335 auto utilitarie.

Il completamento del sistema fotovoltaico che renderà la fabbrica completamente indipendente è previsto nel 2019. “Quella giordana è la prima fabbrica di Nestlé nella zona Asia, Oceania e Africa Sub-sahariana a dotarsi di energia solare su larga scala e rappresenta un passo importante nella progressiva eliminazione dell’uso dei combustibili fossili nelle attività produttive”, ha spiegato Claus Conzelmann, Regional Vice President, Technical, Water Resources & Environment, Nestlé Waters.

Sfruttare il potere naturale

Una volta completate entrambe le fasi del progetto in Giordania, l'impianto potrebbe fornire energia elettrica in eccesso alla rete nazionale, mantenendo la capacità di riserva per coprire la domanda aggiuntiva di una potenziale estensione di fabbrica in futuro.

A fornire questa energia alternativa saranno più di 3.000 pannelli solari su terreni vicino alla fabbrica e che coprono un'area di oltre 16.500 metri quadrati. Per intenderci una superficie pari a circa due campi da calcio.

La regione ha in media di oltre 300 giorni di sole all'anno, che la rendono un luogo ideale per la generazione di energia solare.

Passaggio alle fonti rinnovabili

In Cina, Nestlé Waters ha inaugurato l'anno scorso una piccola installazione solare, costruita e gestita da una parte terza.

Un'altra installazione seguirà entro la fine dell'anno nello stabilimento di Dubai come parte di un più ampio progetto di sviluppo di energia solare che rifornirà anche due fabbriche alimentari Nestlé Middle East.

Come in tutti gli stabilimenti Nestlé, il sito di Al Husseiniya, in Giordania, è certificato secondo lo standard di gestione ambientale ISO 14001 ed è in linea con i parametri necessari per ottenere anche la certificazione Alliance for Water Stewardship (AWS).

di Prisca Peroni

26 luglio 2018