You are here

Groenlandia, l’effetto ottico della slitta trainata sull’acqua - In a Bottle

Groenlandia, l’effetto ottico della slitta trainata sull’acqua

Lo scatto di un ricercatore sta facendo il giro del mondo e denuncia il rapido scioglimento dei ghiacci di questi giorni

MILANO – Cani che trainano la slitta che normalmente dovrebbe scivolare sul ghiaccio, e invece sembra “miracolosamente” muoversi sulle acque di un lago. L’eccezionale fenomeno arriva dalla Groenlandia ed è stato immortalato da Steffen Olsen, scienziato che lavora per l'Istituto Meteorologico Danese. Si tratta di un effetto ottico dovuto al repentino scioglimento dei ghiacci registrato nell’ultimo periodo.

La spiegazione

Come riportato sul The Guardian, il team di Olsen aveva il compito di recuperare delle attrezzature dell’istituto nella Groenlandia nordoccidentale. Un’operazione compiuta con la slitta e i cani, il modo più pratico di muoversi in quella regione in questo periodo dell’anno. Il ghiaccio marino dove è stata scattata la foto, un’insenatura che prende il nome di Inglefield Bredning, risulta in quel punto essere "allagato". Rasmus Tonboe, collega di Olsen al Centro per l’Oceano e i Ghiacci dell’Istituto Meteorologico Danese, ha pubblicato la foto su Twitter e spiegato sui social che “lo scioglimento rapido del ghiaccio marino con bassa permeabilità e le poche crepe mantengono l’acqua di fusione in superficie”.

Il ghiaccio marino

Lo scioglimento dei ghiacci è un fenomeno naturale in Groenlandia durante la bella stagione. Di norma però il picco si ha fra giugno e agosto, mentre quest'anno si è verificato già ad aprile, un’anomalia causata dal riscaldamento globale. Secondo i dati dell'Istituto Meteorologico Danese il 40% della superficie è andata in fusione, con 2 miliardi di tonnellate di ghiaccio sciolte in un solo giorno. La perdita di ghiaccio marino sta distruggendo l'equilibrio nell'emisfero settentrionale, e si ripercuote su tutti gli ecosistemi. In tutta l'Artide, l'estensione del ghiaccio marino è al minimo storico per questo periodo dell'anno e, a seconda delle condizioni climatiche durante l'estate, è possibile che il 2019 possa stabilire nuovi record.

di Michael Dones

Source: Twitter

24 Giugno 2019