You are here

I ghiacciai himalayani hanno perso un quinto del volume d'acqua

I ghiacciai himalayani hanno perso un quinto del volume d'acqua

Dall'Himalaya alla Valtellina, il fenomeno dello scioglimento dei ghiacciai sta diventando sempre più preoccupante. Studi universitari lo confermano

MILANO – I ghiacciai dell'Himalaya a bassa altitudine stanno perdendo l'acqua ad un ritmo più rapido rispetto a quelli più alti, a causa delle crescenti temperature che stanno creando rischi per la disponibilità d’acqua.

La catena himalayana, infatti, è un immenso serbatoio d'acqua che sostiene la vita di milioni di persone e alimenta fiumi di vitale importanza per il territorio asiatico.

Uno studio scientifico condotto dall’Indian Institute of Science ha verificato che nel bacino di 660 kmq di Chandra ben 146 ghiacciai hanno perso un quinto del volume d’acqua dal 1984 a oggi.

La ricerca

Il bacino di Chandra ha perso 11,1 giga-tonnellate d'acqua dal 1984-2012, che è circa un quinto del volume stimato e ora la ricerca potrà orientarsi verso altri ghiacciai nella regione dell'Himalaya.

Anil V Kulkarni, a capo del team di studio condotto insieme all’India Space Research Organisation (ISRO), ha spiegato che non esiste alcun pericolo immediato di scomparsa dei ghiacciai, dal momento che gli effetti dei cambiamenti climatici si vedono nel lungo periodo.

Tuttavia il rischio è che potrebbero non nascere nuovi ghiacciai. Lo studio, ha aggiunto Kulkarni, contribuisce a capire come la catena himalayana immagazzina l’acqua e può dare nuovi spunti su come gestire la risorsa per attuare le necessarie misure di mitigazione.

I ghiacciai dell’Himalaya

Secondo gli ultimi dati dell’ISRO nella regione himalayana ci sono 34.919 ghiacciai per circa 75.779 kmq di zone glaciali nei bacini idrografici Indus, Ganga e Brahmaputra.

Di questi sono solo 1.752 quelli che non hanno avuto ripercussioni negative e appena 18 quelli che hanno mostrato timidi segni di miglioramento. Tutti i restanti si stanno ritirando per l'aumento delle emissioni e l'aumento dei detriti.

Un precedente studio ha provato che i ghiacciai himalayani si sono ritirati per circa il 13% negli ultimi quattro decenni con la perdita di acqua che aumenta da 9 giga-tonnellate all'anno nel 1975-1985 a 20 giga-tonnellate all’anno nel periodo 2010-2015.

Il caso italiano

Anche nel nostro Paese il problema dello scioglimento dei ghiacciai sta diventando sempre più importante. Un team di ricercatori dell’Università di Milano è attualmente impegnato, in Alta Valtellina, nel progetto Levissima Spedizione Ghiacciai.

L’obiettivo è studiare la fusione glaciale con le migliori attrezzature di rilevamento aereo, l’occhio tecnologico di un satellite NASA per acquisire immagini ad altissima risoluzione e  una stazione meteorologica all’avanguardia che acquisisce dati energetici.

di Alessandro Conte

14 settembre 2017

credits: Hindustantimes.com