You are here

Tunnel di mille chilometri porterà acqua del Tibet in Cina

Tunnel di mille chilometri porterà acqua del Tibet in Cina

Un progetto ingegneristico cinese prevede la costruzione del tunnel più grande del mondo che porterà acqua del Tibet nella regione dello Xinjiang

MILANO – Un team di ingegneri cinesi sta lavorando all’ipotesi di costruire un tunnel lungo 1.000 chilometri, che servirà a portare l’acqua dal Tibet alla regione dello Xinjiang, in buona parte desertico.

Lo ha rivelato nei giorni scorsi il quotidiano di Hong Kong South China Morning Post.

La California cinese

Secondo un ingegnere interpellato dal giornale, l’obiettivo è quello di “trasformare il Xinjiang nella California”.

L’idea è quella di far scendere l’acqua all’Altipiano del Tibet, il più alto al mondo, fino alla regione nord-occidentale attraverso sezioni collegate da cascate che garantiscano il moto dell’acqua.

Ad oggi, il tunnel più lungo del mondo è considerato quello che fornisce l’acqua alla città di New York, lungo 138 km, mentre il primato in Cina spetta al tunnel di Dahuofang di 85 km.

Il progetto

Perché questa enorme opera venga realizzata, gli ingegneri devono mettere in campo nuove tecnologie.

I tecnici le stanno già testando nella costruzione di un’altra gigantesca opera: un tunnel la cui realizzazione è iniziata in agosto nello Yunnan. Si tratta di 600 km divisi in 60 sezioni.

Il tunnel Tibet-Xinjiang di fatto devierà il corso del fiume Yarlung Tsangpo nel Tibet meridionale verso il deserto del Taklamakan, raccontato anche da Marco Polo nel “Milione”.

Questo fiume, proseguendo verso sud, diventa il Brahmaputra e si confluisce nel Gange in Bangladesh. L’obiettivo è quello di cercare di dare artificialmente sollievo a una zona e una popolazione sotto stress idrico.

di Alessandro Conte

8 novembre 2017

credits: Fotolia