You are here

Un bicchiere d'acqua per migliorare l'umore delle donne

I ricercatori dell'American Society for Nutrition hanno studiato come i livelli di idratazione possono influire sulle capacità cognitive delle donne.

MILANO – I ricercatori dell’American Society for Nutrition, autori di uno studio, pubblicato sul Journal of Nutrition, hanno testato l'umore, la concentrazione e le abilità mentali di 25 donne sottoposte a un test dove l’elemento centrale era lo stato di idratazione.

Ad alcune è stata fatta bere abbastanza acqua per restare idratate in maniera ottimale, mentre altre sono state indotte ad un leggero stato di disidratazione, raggiunta sia attraverso la pratica sia con l’uso di un farmaco che stimola la diuresi.

I risultati

L’umore e le abilità cognitive delle donne sono stati testati a lavoro e in un momento di riposo nelle due diverse condizioni di idratazione.

Nella maggior parte dei test mentali, lo stato di idratazione delle donne non influisce sulle prestazioni, ma è causa di sintomi come mal di testa, perdita di concentrazione, senso di stanchezza e depressione, sia a riposo che in attività.

La disidratazione indotta nello studio non era elevata, ma inferiore di circa 1% rispetto a quella ottimale.

Uomini: attenti anche voi

Anche se gli uomini non sono stati inclusi nella ricerca, i risultati probabilmente valgono anche per loro. Nello studio, viene sottolineato come l’acqua e altre bevande non alcoliche e senza caffeina siano le migliori per combattere la disidratazione.

Un’altra “spia” che segnala il rischio di disidratazione è il colore delle proprie urine: se è più scuro piuttosto che quasi chiaro, occorre bere più acqua.

Questa e altre ricerche dimostrano dunque come un buon livello di idratazione favorisca la salute ed il benessere dell’essere umano.

di Michael Vedovato

6 febbraio 2018

credits: fotolia