Scopri quali sono le conseguenze della disidratazione alt_tag

Scopri quali sono le conseguenze della disidratazione

La disidratazione aumenta il rischio di calcoli renali e danni muscolari. Ecco perché è importante idratarsi correttamente

MILANO – Recentemente la Columbia Broadcasting System (CBS), uno dei più grandi network televisivi presenti negli Stati Uniti d'America, ha riferito che circa il 75% degli americani soffre di uno stato di disidratazione cronica e che molti di loro la scambiano per i sintomi di una malattia.

Perché idratarsi?

La disidratazione avviene quando il corpo perde più acqua rispetto a quella che assume, sconvolgendo il suo equilibrio di sali e zuccheri. L'acqua costituisce circa il 60-70% del corpo umano ed è importante mantenere questi valori a livelli stabili. L'acqua è essenziale per la vita e il nostro corpo la usa in molti modi diversi:

  • Per lubrificare le articolazioni
  • Per regolare la nostra temperatura
  • Per consentire la rimozione delle tossine
  • Per la minzione

Cosa provoca la disidratazione

Se non viene trattata immediatamente, la disidratazione può portare a gravi complicazioni mediche.

  • Può influenzare la funzione renale
  • Aumentare il rischio di calcoli renali
  • Provocare danni muscolari
  • Provocare costipazione
  • Se grave, la disidratazione può richiedere un trattamento ospedaliero durante il quale al malato verrà somministrata una flebo per ripristinare i fluidi

di Salvatore Galeone

19 ottobre 2016

READ MORE