You are here

L’idratazione previene il mal di testa da rientro a scuola

L’idratazione previene il mal di testa da rientro a scuola

Nel periodo autunnale gli adolescenti soffrono di forti attacchi di emicrania anche a causa della disidratazione. Ecco perché bere acqua è importante

MILANO – Settembre è un mese dove la routine quotidiana riprende il suo corso: gli adulti tornano al lavoro e i ragazzi riprendono in mano i libri di scuola. La sindrome da rientro però,  provoca spesso e volentieri degli scompensi nelle persone e molto spesso sono proprio i più piccoli a soffrirne maggiormente. I risultati dello studio del Nationwide Children’s Hospital dimostrano che il mal di testa nei bambini aumenta nel periodo autunnale. I sintomi possono essere provocati dallo stress del ritorno a scuola, dai cambiamenti, dalla routine quotidiana e da una scarsa idratazione.

Bere acqua è un fattore importante per la salute del bambino

Il mal di testa può essere provocato da una grande varietà di fattori scatenanti, inclusa la cattiva idratazione che, prolungata nel tempo, può contribuire al disagio del bambino. "Quando le famiglie si presentano in clinica per segnalare che il proprio figlio soffre di un forte mal di testa, ci accorgiamo che solitamente queste richieste aumentano  durante l’anno scolastico - ha spiegato Ann Pakalnis, ricercatrice capo, neurologa e direttore  della Comprehensive Headache Clinic - Così abbiamo deciso di fare una ricerca accurata e vedere  se ci fossero state più visite nel periodo autunnale  e con quali variazioni durante l’anno”.

I dati delle visite

La ricerca condotta dalla Pakalnis e dal collega neurologo  Geoffrey Heyer è radicata in un'analisi retrospettiva fatta su circa 1300 visite effettuate al pronto soccorso dal 2010 al 2014. I risultati dello studio hanno evidenziato che l’aumento del mal di testa nei bambini dai 5 ai 18 anni di età aumenta nel periodo autunnale. Un sintomo causato non solo dalla ripresa della vita scolastica, ma anche da una scarsa idratazione. Una corretta idratazione invece, può aiutare i giovani a combattere l’emicrania. Secondo il dottor Howard Jacobs,  specialista a livello nazionale sui disturbi dell’emicrania nei bambini, il mal di testa può essere prevenuto mangiando tre pasti al giorno, dormendo a sufficienza durante la notte e assumendo la giusta dose di liquidi

di Redazione