You are here

Acqua su Marte? Ecco come vivremo sul Pianeta Rosso

Acqua su Marte, un giorno l'uomo vivrà sul Pianeta Rosso

Dopo la scoperta di acqua su Marte, Elon Musk, fondatore di SpaceX e Tesla, ha illustrato il progetto che porterà una colonia umana sul Pianeta Rosso

MILANO – A pochi mesi dalla scoperta di laghi e fiumi su Marte, grazie ai dati raccolti dalla sonda Nasa Mars Reconnaissance Orbiter che hanno riscritto la storia del Pianeta rosso, Elon Musk, fondatore di SpaceX e Tesla, ha illustrato, come riporta Class CNBC, nuovi dettagli sul suo progetto che riguarda una futura colonia su Marte.

Il progetto

L’uomo potrà vivere in superficie, in colonie protette da cupole trasparenti e nelle quali saranno allestiti spazi verdi, strutture per la vita in comune e residenze. Nel sottosuolo invece si svolgerà l'attività industriale. Elon Musk, fondatore di SpaceX, PayPal, Tesla e SolarCity, ha rivelato maggiori dettagli sull'ambiziosa visione per la colonizzazione di Marte che aveva presentato per la prima volta a fine settembre. Il miliardario sudafricano aveva presentato già un mese fa, al Convegno Astronautico Internazionale di Guadalajara in Messico, il piano per rendere la civiltà umana “multiplanetaria”. In quell'occasione aveva spiegato che SpaceX prevede di inviare sul pianeta rosso fino a un milione di persone entro 40-100 anni.  

Realizzabile?

Non resta dunque che capire la fattibilità di questo progetto e i suoi passaggi. Musk intende mandare un primo equipaggio formato da 12 persone per aprire la strada al resto della colonia. Questo primo gruppo si occuperà di costruire infrastrutture e stazioni di rifornimento per i futuri viaggi. Un ingente numero di “droidi minatori” verrà impiegato per la costruzione di ambienti sotterranei pressurizzati, che saranno impiegati per lo svolgimento dell'attività industriale. Mentre in superficie saranno realizzate grandi cupole in fibra di carbonio e vetro con spazi verdi e residenze per la vita di tutti i giorni.

di Alessandro Conte

2 novembre 2016