Salvador: stop ad estrazione metalli per avere più acqua

Salvador: stop ad estrazione metalli per avere più acqua

Il governo di El Salvador ha detto basta all'estrazione e alla lavorazione di metalli nelle miniere per tutelare le riserve idriche del Paese

MILANO – Dopo anni di lotte, il Governo di El Salvador ha approvato una legge che vieta tutte le attività minerarie per l’estrazione dei metalli. Secondo quanto riportato dal New York Times la norma ha definitivamente messo al bando l’estrazione e la lavorazioni dei metalli, cancellando anche tutte le concessioni minerarie in corso. “È un momento meraviglioso – ha sottolineato Andrés McKinley, specialista della Central American University di San Salvador –. Si tratta del primo paese che ha valutato i rischi e i benefici delle estrazioni minerarie di metalli e ha deciso per il no”. Non è stata proibita, invece, l’estrazione delle materie non metalliche, come il carbone e il sale.

Il voto

El Salvador si trova in una delle aree con più alti problemi di approvvigionamento idrico e negli ultimi anni, a causa dell’aumento della siccità, la situazione non ha fatto altro che aggravarsi. Per questo motivo i cittadini del paese hanno portato avanti una battaglia contro le attività estrattive, colpevoli di utilizzare ingenti quantità di acqua e di inquinare gravemente le riserve idriche della nazione. Dopo anni di manifestazioni, i salvadoregni sono riusciti a far sentire la propria voce e a sensibilizzare il Governo che, lo scorso marzo, ha votato all’unanimità il divieto alla lavorazione dei metalli nelle miniere.

Il futuro delle miniere

Sebbene non ci siano altre nazioni in cui l’industria mineraria abbia compromesso le condizioni ambientali come nel caso di El Salvador, vari governi hanno già imposto delle limitazioni. Turchia, Germania, Ungheria e Repubblica Ceca hanno vietato l’uso del cianuro per estrarre oro; nelle Filippine, invece, più della metà delle miniere del paese sono state chiuse del tutto. Una cosa è certa, il bando votato dal governo di El Salvador sarà un esempio per tutte quelle comunità che si oppongono ai grandi progetti minerari. 

di Salvatore Galeone

23 giugno 2017

credits: fotolia