You are here

Stati Uniti: inventata una plastica speciale per fare eco-ponti

Inventata negli Stati Uniti una plastica speciale per edificare eco-ponti

Alla Rutgers University del New Jersey hanno ideato un materiale più leggero dell'acciaio e più duraturo del legno

MILANO – Immaginate un materiale forte abbastanza da sostenere un peso di 120 tonnellate, più leggero dell’acciaio e più durevole del legno.

Ora immaginate che questo materiale sia composto interamente di plastica riciclata e non sia tossico per l’ambiente.

Impossibile? Non per Thomas Nosker, docente del Dipartimento di Scienza dei Materiali e Ingegneria alla Rutgers University, nel New Jersey, che come riporta il portale specializzato Science Daily ha contribuito a sviluppare un materiale potenzialmente rivoluzionario.

Un materiale resistente ed ecosostenibile

Il prof. Nosker ha provato in diverse occasioni a realizzare un materiale che avesse in sé tutte le caratteristiche – sicurezza e sostenibilità – per soddisfare ogni necessità in campo edile.

Il primo tentativo fu fatto combinando bottiglie in plastica riciclata (PET) con polietilene ad alta intensità (HDPE), per intenderci quello impiegato per i flaconi del latte.

Tuttavia tale tentativo non andò a buon fine perché il materiale si afflosciò nel corso del tempo. Da qui l’idea di “irrobustirlo” con del polistirolo e la scoperta di un materiale dal giusto mix altamente resistente.

Tant’è che negli Stati Uniti ha sostituito, per alcuni usi ingegneristici, anche il legno che risulta molto più difficile da gestire: necessita ad esempio di essere protetto dagli insetti o dagli elementi atmosferici che ne accelerano l’usura.

Eco-costruzioni

Questo materiale, come spiega Science Daily, costituisce oltre 1,5 milioni di traversine ferroviarie in tutti gli Stati Uniti e, poiché ogni elemento pesa circa 200 chili, è stato stimato che il riciclo ha fatto risparmiare alle discariche 300 milioni di chili di plastica nel corso degli anni.

In più sono stati prodotti altri arredi urbani quali panchine, tavoli da pic-nic, stalli di sosta oltre che ponti sulle basi militari americane.

Oggi l’intuizione di Nosker sta guadagnando popolarità in aree ecologicamente sensibili: la Chicago Transit Authority, ad esempio, ritiene la plastica un materiale sostenibile ed economicamente interessante per la messa a terra di binari che attraversano zone naturalistiche da proteggere.

di Alessandro Michielli

25 agosto 2016