Dalla Spagna arriva una plastica biodegradabile a base di alghe e farina - In a Bottle

Dalla Spagna arriva una plastica biodegradabile a base di alghe e farina

L’idea è di tre studentesse catalane che hanno ricevuto numerosi premi a livello internazionale

MILANO – Cristina Bros, Alèxia Còrdoba e Victòria Dugo sono le tre studentesse spagnole, frequentanti la scuola Mare de Déu de la Salut di Sabadel, che hanno creato un tipo di plastica biodegradabile a base di alghe e farina che si prestano a diversi usi: l’invenzione ha permesso loro di ottenere un gran numero di riconoscimenti in tutto il mondo.

Che cosa si può produrre?

Da bicchieri a borse, passando per giocattoli ed altri prodotti in forma solida: le “formulazioni”, una a base di alghe ed un’altra di farina, che le giovani studentesse al primo anno universitario hanno creato, sono custodite gelosamente ma sono già state presentate in due concorsi internazionali a cui presto se ne aggiungerà un terzo a New York. L’idea inoltre è basata sull’impiego di prodotti economici e facilmente reperibili da tutti: con questi infatti è possibile produrre un tipo di plastica che si decompone senza lasciare residui.

Le ragazze parteciperanno alle “Olimpiadi del Genio”

Il progetto ha fatto vincere alle tre ragazze il Premio Exporecerca che, a sua volta, ha consentito loro di partecipare al concorso scientifico e tecnologico MCTEA che si è tenuto in Brasile. Dopo aver trionfato anche in questa manifestazione, le giovani studentesse sono attese nella Grande Mela per partecipare alle “Olimpiadi del Genio”.

Cristina Bros, Alèxia Còrdoba e Victòria Dugo, in un’intervista concessa al quotidiano spagnolo La Vanguardia, hanno dichiarato che, per la realizzazione di questo progetto, sono state spinte dal desiderio di dare un contributo per cercare di migliorare la problematica relativa all’emergenza climatica rendendo così il mondo un luogo più sostenibile.

di Salvatore Galeone

Source: Adobe Stock

12 Marzo 2020