Reuse

Quando la plastica abbellisce la città

A Genova esposizione artistica fino a giugno

GENOVA – Dal 10 aprile al 14 giugno, presso il Palazzo Verde del capoluogo ligure, sarà esposta la prima tranche di risultati di REUSE [re-use], concorso nazionale per giovani artisti tra i 18 e i 35 anni, che rientra nel più ampio progetto europeo MED-3D. Tema cardine, trasversale a tutto il bando e riconoscibile in ogni idea, progetto e intervento, è il riuso creativo della plastica. Arte dai rifiuti: bottiglie, imballaggi, materiali di scarto che possono diventare opere e farci riflettere. La commissione, sulla base dei criteri stabiliti dal bando, ha selezionato: From energy to energy di Tvrtko Buric, The spring storm di Leonard Sherifi, Recycle ready made presentato da Ordinariamministrazione.

L’arte per i rifiuti

Il concorso Reuse [re-use], inserito nel più vasto progetto MED-3R (Piattaforma strategica euromediterranea per la corretta gestione dei rifiuti), che riunisce 15 partner provenienti da 5 nazioni diverse più 7 partner associati, è una delle azioni pilota che coinvolgono direttamente la città di Genova. L’idea è quella di sviluppare una strategia innovativa di valorizzazione dei rifiuti plastici attraverso un approccio artistico, attraverso la realizzazione di esposizioni, installazioni e interventi urbani tra aprile e ottobre 2015.

Lo scopo

Gli enti promotori - Comune di Genova, Università di Genova, AMIU e Genova Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura in collaborazione e con il patrocinio del GAI - Associazione Circuito Giovani Artisti Italiani – intendono attuare un percorso di sensibilizzazione e di prevenzione circa i problemi legati ai rifiuti plastici, riconoscendo nel gesto creativo un potente alleato per dimostrare che il recupero e il riutilizzo dei rifiuti plastici e la loro trasformazione in oggetti e produzioni artistiche diventano strumento e risorsa per valorizzare gli spazi espositivi e urbani, per un forte impatto ambientale, lo sviluppo, il sostegno e l’affermazione della cultura e della creatività