You are here

In mostra allo Zoo l'arte del riciclo della plastica alt_tag

In mostra allo Zoo l'arte del riciclo della plastica

In uno zoo degli Usa in mostra un murales fatto interamente di tappi di bottiglie di plastica: l'arte del riciclo per celebrare la bellezza dell'oceano (The Emporia Gazzette photo)

MILANO –  Uno zoo dall’aspetto educativo. E’ questa la caratteristica principale del The David Traylor Zoo, piccolo comprensorio della città di Emporia, comune degli Stati Uniti d'America e capoluogo della contea di Lyon nello Stato del Kansas. Un piccolo luogo capace di trasmettere messaggi positivi, attraverso mostre particolari come quella che vede protagonista in questi giorni un murale di plastica riciclata.

Un progetto educativo fatto di plastica 

Un luogo piccolo e incantevole, capace di organizzare dalle mostre straordinarie circondati da animali e da uno splendido paesaggio. La nuova opera composta da tappi di bottiglie in plastica ed esposta all’interno dello zoo, rappresenta la bellezza dell’oceano.  Il murale contiene una scena con protagonista un polipo, una medusa, altri pesci e una grande tartaruga di mare, tutti realizzati con tappi di bottiglia. L’opera è stata posizionata sopra lo snack bar dello zoo, sulla strada che porta alla nuova mostra “Missione Madagascar”.

Il pensiero dei direttori Mitchell e Keith

Colleen Mitchell, direttore educativo dello zoo, ha detto che il progetto è nato sotto l’ala del World Ocean Day: “Il World Ocean Day viene celebrato da tutti i giardini zoologici accreditati durante il mese di giugno - ha detto Mitchell-. L'anno scorso abbiamo fatto un progetto di riciclo con la realizzazione di un lampadario di plastica. Quest’anno abbiamo iniziato a raccogliere tappi delle bottiglie che la gente ci ha portato. E dopo diversi mesi di raccolta, abbiamo iniziato a pensare cosa avremmo potuto realizzare e così è nato questo bellissimo murale”. Il progetto di Mitchell ha lo scopo di rendere chiaro alle persone come deve essere affrontata la tematica dell’inquinamento. Anche il direttore generale Lisa Keith si è detta entusiasta, esaltando il progetto di conservazione dello zoo, con l’idea di incentivare nuovi progetti di questo genere.

di Alessandro Michielli

21 settembre 2016