You are here

Le tre terme da sogno per vincere il mal d'autunno

Le tre terme da sogno per vincere il mal d'autunno

In autunno le giornate si accorciano e l'umore può risentirne. Scopri i tre centri termali da sogno dove ritrovare benessere e salute

MILANO – L’autunno entra nel vivo e a breve le giornate inizieranno ad essere più corte e cupe. L’umore, come sempre, è il primo che sarà colpito dalle meno ore di luce a disposizione e dai colori più spenti.

Allora per recuperare un po’ di armonia e scacciare il malessere tipico dell’autunno suggeriamo 3 location da sogno.

Bagni Vecchi, Lombardia

In Valtellina c’è uno degli stabilimenti termali più famosi e storici del Nord Italia. Bormio si trova ad oltre mille metri di altitudine in un anfiteatro naturale al centro delle Alpi, tra nevi, ghiacciai, boschi e prati.

I Bagni Vecchi conosciuti per le proprietà terapeutiche delle sorgenti fin dai tempi degli antichi Romani: dai bagni antichi alle grotte secolari, dalla sorgente millenaria alla piscina panoramica a cielo aperto a picco sulla vallata di Bormio.

Terme di Prè Saint Didier, Valle d’Aosta

In Valle d’Aosta si trova una sorta di paradiso del benessere circondato dallo scenario spettacolare. Si tratte delle Terme di Prè Saint Didier, situate ai piedi del Monte Bianco all’altezza della confluenza del torrente Verney nella Dora Baltea e sgorgano nella grotta artificiale che si trova alla base dell’Orrido di Pré-Saint-Didier.

Sono famose per le proprietà rilassanti, ricostituenti e antireumatiche e offrono più di quaranta percorsi termali.

Terme di Dolomia, Trentino

Le Terme di Dolomia in Val di Fassa si trovano nel bel mezzo delle Dolomiti, patrimonio dell’Unesco.

Più di quattromila metri quadri di relax e cure disposti su tre livelli: oltre a piscine e spazi esterni che permetteranno un salutare “forest bathing”, pratica che in Oriente è inserita tra i pilastri della medicina preventiva, vi sono vasche idromassaggio, percorsi kneipp, cascate d’acqua, il bagno giapponese, bagni a vapore, saune e biosaune.

di Salvatore Galeone 

16 ottobre 2017

credits: Fotolia